La grafite a Monterosso Calabro

Monterosso_Premiazione
Monterosso_premiazione_3
Delegazione del Comune di Monterosso Calabro guidata dal sindaco Antonio Lampasi e composta da Maria Grazia Crispino, Lionella Maria Morano e Giacomo Puzzello insieme al premio Oscar Colin Firth in occasione del Green Carpet Fashion Awards 2018 (Milano, settembre 2018).


Il nostro paese per nostra fortuna è una continua fucina di invenzioni che collegano l’alto e il basso, l’artigiania e l’industria, il passato e il presente. 
L’ultima edizione del Green Carpet, che premia a Milano, alla fine della Fashion Week, le componenti più sensibili del mondo della moda, ha trovato nelle montagne di Monterosso Calabro una forma antica di produzione e trattamento dei tessuti che coinvolge la grafite, un materiale modernissimo e affascinante.

Monterosso Calabro, nelle serre calabresi, ai piedi del monte Coppari, è tra i borghi più belli d’Italia e nel suo territorio c’è una grande abbondanza di questo minerale.
Sin dall’antichità la popolazione locale ha utilizzato la grafite per tingere i vestiti. L’operazione veniva compiuta prevalentemente dalle donne che raccoglievano il minerale in ampie vasche dette “gurne”, precedentemente riempite con acqua piovana e così ottenevano un composto denso di colore nero che tingeva i tessuti grazie all’aggiunta di bucce di melograno, dall’ottimo potere adesivo. Molti tintori dei paesi vicini si recavano in questa zona per attingere alla preziosa grafite. La notizia giunse ad una importante impresa di Pinerolo, in Piemonte, che installò un centro di estrazione. Monterosso Calabro, grazie alla miniera, ebbe un periodo di grande benessere che terminò con la chiusura delle attività estrattive.

Monterosso_calabro_paese
Una veduta di Monterosso Calabro.

Di recente la Wrad Living, un’azienda di moda ecosostenibile internazionale, per cui ogni capo è un manifesto di tendenza, ha riscoperto questa eccellenza sepolta, i giovani fondatori sono stati per tre giorni nel paesino calabro. Alcuni ex minatori hanno guidato i ragazzi nella miniera spiegando loro le modalità di estrazione e di impiego della grafite; le donne, invece, hanno dato dimostrazione delle antiche tecniche di tessitura e di tintura dei capi di abbigliamento.

I giovani di Wrad hanno realizzato una t-shirt “Graphi-tee” (la prima maglietta al mondo realizzata con polvere di grafite riciclata) ed altri capi d’abbigliamento, capi che hanno avuto una grande notorietà internazionale sulla stampa e sui social.

Wrad Team BLOG
I fondatori di Wrad: Victor Santiago, Silvia Giovananedi, Matteo Ward.

La risonanza dell’evento naturalmente ha riacceso i riflettori su questo bellissimo borgo calabrese richiamando l’attenzione di numerosi media nazionali e internazionali e ha fatto guadagnare alla comunità di Monterosso Calabro l’Handprint Award, l’Oscar della moda ecosostenibile.
Durante la cerimonia di premiazione, svoltasi a settembre alla Scala di Milano, a ricevere l’ambito riconoscimento, dalle mani dell’attore Colin Firth è arrivata una delegazione del Comune di Monterosso Calabro guidata dal sindaco Antonio Lampasi. 

La motivazione:
aver mantenuto la memoria di un’antica pratica di tintura dei tessuti con la polvere di grafite proveniente dalla locale miniera ed utilizzata per secoli prima che venisse soppiantata dalle tinture sintetiche.

Licenza immagini in Creative Commons: immagine veduta Monterosso Calabro.

Giornalista professionista e sociologo, è tra i Fondatori di Italia Patria della Bellezza di cui ne apprezza particolarmente il ruolo economico e sociale finalizzato alla crescita del nostro Paese.

| Leggi tutti i suoi articoli |