La grande festa culturale del festivalfilosofia

MFestival_Filosofia_Modena_02

Le piazze erano gremite, i centri storici di Modena, Carpi e Sassuolo apparivano come vestiti a festa per la 18esima edizione del festivalfilosofia.

MFestival_Filosofia_Modena_02

Il festivalfilosofia 2018, giunto alla sua 18esima edizione si è mostrata anche quest’anno una cornice suggestiva e straordinaria, che ha saputo richiamare migliaia di persone da tutta Italia.

Dedicato al tema verità, il festivalfilosofia si è svolto dal 14 al 16 settembre in 40 luoghi diversi delle tre città, mettendo a fuoco i discorsi di verità, mostrando i transiti tra vero e falso. Questa edizione ha visto susseguirsi lezioni magistrali, tenute da filosofi di fama internazionale, mostre, spettacoli, letture, giochi per bambini e cene filosofiche. Gli appuntamenti sono stati quasi 200 e tutti gratuiti.

Il festival è promosso dal “Consorzio per il festivalfilosofia”, di cui sono soci i Comuni di Modena, Carpi e Sassuolo, la Fondazione Collegio San Carlo di Modena, la Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi e la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.

Le piazze e i cortili hanno ospitato protagonisti di rilievo come Enzo Bianchi, Massimo Cacciari, Luciano Canfora, Roberto Esposito, Umberto Galimberti, Michela Marzano, Stefano Massini, Salvatore Natoli, Nando Pagnoncelli, Massimo Recalcati, Emanuele Severino, Carlo Sini, Armando Torno, Silvia Vegetti Finzi e Remo Bodei, Presidente del Comitato scientifico del Consorzio. Tra i filosofi stranieri c’erano Christian Delage, Jean-Luc Nancy, Judith Revel, Dan Sperber, Annette Wieviorka, Marc Augé, Wolfram Eilenberger, Julian Nida-Rümelin e Peter Sloterdijk.

Il programma filosofico del festival ha proposto anche la sezione “la lezione dei classici” in cui esperti hanno commentato i testi che, nella storia del pensiero occidentale, hanno costituito modelli o svolte concettuali rilevanti per il tema della verità: dalla professionalizzazione della verità con il movimento sofistico, passando per il coraggio socratico della testimonianza nel processo, fino alla sistemazione della teoria della verità in Aristotele. Per l’età moderna si è discusso il fondamento teologico del razionalismo cartesiano, mentre sul piano politico è stata messa in risalto la relazione tra autorità e verità nella dottrina di Hobbes.

FestivalFilosofia_Recalcati_02
Massimo Recalcati - Edipo. La tragedia della verità. Sassuolo_Piazza Garibaldi
Massimo Recalcati - Edipo. La tragedia della verità. Sassuolo_Piazza Garibaldi

Questa manifestazione, oltre ad essere divenuta nel tempo un appuntamento imperdibile per un pubblico sempre più vasto, è un esempio di come un evento culturale che parrebbe per “pochi” si sia trasformato negli anni in un’occasione per le città di Modena, Carpi e Sassuolo di mettersi in vista a livello nazionale, mettendo in moto tutto il comparto ricettivo e di ospitalità turistica.

I dati finali del festivalfilosofia 2018 indicano oltre 185mila presenza, in crescita rispetto alla precedente edizione. Il programma filosofico si è attestato poco oltre le 85.000, che, sommate al dato del programma artistico (vicinissimo alle 100.000), fissano il totale a 185.500 (contro le 179.000 del 2017). Dal punto di vista della ricettività gli alberghi hanno registrato il tutto esaurito così come molto soddisfacenti sono stati i risultati ottenuti nei quasi 80 ristoranti ed enoteche che hanno aderito al programma ufficiale del festival con un menù creato ad hoc dal nome cucinafilosofica
Le presenze, comunque, salgono a circa 197.000 includendo anche i risultati di “Aperto per festival”, ossia l’insieme delle aperture straordinarie in luoghi di interesse culturale nelle tre città. 

Tutto è già pronto per il prossimo anno. Si parlerà della persona e siamo sicuri che non tradirà le aspettative di chi come noi era lì nelle piazze ad ascoltare le lezioni dei grandi pensatori, per imparare a conoscere non solo il mondo che ci circonda ma anche noi stessi.

Festival_Filosofia_Modena

Dopo gli studi alla Scuola Interpreti e Traduttori di Bologna, Francesca consegue una seconda laurea all’Università di Modena. Una volta terminati gli anni accademici parte per Bruxelles per frequentare un master di specializzazione in comunicazione internazionale. Nel frattempo il lavoro di traduttore iniziato subito dopo la scuola di Bologna e protratto negli anni a seguire, la portano una volta rientrata in Italia, ad intraprendere una nuova esperienza lavorativa nell’ambito della comunicazione all’interno di aziende. La passione per le lingue straniere e per la scrittura trovano perfetta armonia nello storytelling, da cui nasce il blog www.ciaoemilia.com. Con l’attività di blogging, le collaborazioni editoriali si allargano anche all’estero in particolare negli Stati Uniti. Nel 2016 Francesca diventa giornalista pubblicista e continua la sua professione nel mondo della comunicazione. Scoprire luoghi lontani dalle rotte turistiche insieme al marito Flavio e fare lunghe passeggiate con il cane Vicky, sono gli hobby preferiti.