La matematica va in scena

la-matematica-va-in-scena

Non siamo solo il Bel Paese. Ogni volta che si parla dell’Italia, a ragion veduta, si fa riferimento al Rinascimento come alla nostra età dell’oro: è il prodotto che continuiamo a vendere in giro per il mondo. Tendiamo a dimenticare che Leonardo non è stato solo un illustre pittore, ma anche un brillante scienziato. Che accanto alla Primavera del Botticelli si collocano le scoperte di Galileo. Anche se nell’immaginario collettivo siamo soprattutto poeti e navigatori, il sapere scientifico non è altro da noi, è una parte di noi. Prenderne la consapevolezza e lavorare affinché questa competenza cresca è cruciale per generare il nostro futuro.

A testimonianza di questa nostra forza nascosta, vogliamo partire da chi ha a che fare ogni giorno con la gioventù, che rappresenta il soggetto primario cui rivolgersi, affinché i sistemi sociali cambino, migliorandosi.
Parliamo di Lorella Carimali , insegnante di matematica presso il liceo scientifico Vittorio Veneto di Milano. È stata finalista per il Global Teacher Prize, il Nobel dell’insegnamento gestito dalla Varkey Foundation , cui accedono 50 docenti scelti tra più di 40 mila candidati provenienti da 173 Paesi. Per quest’anno non ha vinto il premio, ma sarà ambasciatrice della Varkey Foundation e potrà diffondere nel mondo il suo innovativo metodo di insegnamento.

la-matematica-va-in-scena

“Io vi aiuterò in ogni modo, perché possiate raggiungere gli obiettivi che desiderate e diventare le persone che volete essere.” esordisce Lorella Carimali, quando si presenta a una nuova classe, confermando il significato profondo dell’insegnamento, che è quello di lasciare il segno, come l’etimologia ci ricorda.

I capisaldi del metodo, aldilà della prassi didattica innovativa, rivelano un punto di vista sul mondo che riconosce a ciascuno il diritto di esprimere il proprio potenziale, che da solo basterebbe a definire un progetto politico immenso.

La matematica è per tutti: non si nasce con il bernoccolo per la matematica, si impara.

Insieme si impara di più: il lavoro di gruppo incoraggia l’apprendimento attivo, stimola la messa a fuoco delle strategie di calcolo e risoluzione dei problemi.

La teoria va messa in pratica: non solo concetti astratti, ma applicazioni concrete per apprendere, portare a sé il senso di ciò che si impara.

Scienza e arte non sono antagoniste: a sostegno di difficoltà di apprendimento, il teatro. Elaborazione di testi che raccontano le leggi dei numeri. Un modo diverso di progettare, pensare in astratto, mettere in relazione.

Grazie Lorella Carimali. Grazie per la sua passione civile, per la sua capacità di lasciare il segno nei nostri giovani.

Video girato per l’Italian Teacher Prize

Appassionata di miti, storie, parole, supporta come Brand Advisor l’Impresa nello sviluppo della propria mitologia e del proprio racconto. Affascinata dall’idea di un nuovo splendore italiano, che faccia leva sulla vocazione del Paese a immaginare, produrre e vivere Bellezza, segue in veste di Project Leader lo sviluppo dei progetti della Fondazione.

| Leggi tutti i suoi articoli |