Premio Francesco Greppi, le immagini del concerto e della premiazione del giovane solista

Premio_Greppi_cover

È Giona Pasquetto, giovane clarinettista, il vincitore del Premio Francesco Greppi dedicato ai giovani solisti in ricordo dell’imprenditore e pianista milanese. Il premio è stato consegnato in occasione della seconda serata della rassegna musicale Segni di Bellezza; una serata emozionante che vi riproponiamo attraverso una gallery di immagini.
Segni di Bellezza e il Premio Francesco Greppi sono iniziative promosse e sostenute da Fondazione Italia Patria della Bellezza.

GionaPasquetto_BLOG

Giona Pasquetto nasce a Varese il 05/11/1996. Inizia gli studi presso l’Accademia Sant’Agostino di
Cassinetta (VA). Frequenta il Liceo Musicale A. Manzoni di Varese seguendo le lezioni di Edoardo
Piazzoli e si laurea nel 2017 con lode e menzione per meriti presso il Conservatorio di Como.
Frequenta successivamente il Biennio Accademico di Clarinetto sotto la guida del M. Carlo
Dell’Acqua. Nel corso degli anni partecipa a diverse Masterclass con Fabrizio Meloni (Orchestra
del Teatro Alla Scala), Ronald Van Spaendonck (Ecole Normal de Musique di Parigi), Mauro
Ferrando (Orchestra del Teatro alla Scala), Liam Burke (Carnegie Hall Academy NY), Tommaso
Lonquich (Ensamble MidVest), Calogero Palermo (Concertgebow Orchestra), Jon Manasse (Mostly
Mozart Festival Orchestra, Julliard School) e
Sharon Kam. 

È stato finalista al concorso Claudio Abbado (2015) e al concorso Yamaha (2018), secondo classificato ai concorsi Amilcare Zanella (2016), al concorso internazionale di Giussano (Cat. Musica da Camera, 2016) e al Concorso Internazionale di Clarinetto Giacomo Mensi (2017); è vincitore del Primo Premio nel concorso Rizzardo Bino nella categoria Solisti, nel concorso Nazionale di Clarinetto di Chiavari, del Primo
Premio Assoluto al concorso Monterosa, nella categoria Musica da Camera e del Premio Zanco.
Nel 2017 ha eseguito la prima assoluta mondiale di “Adagio e Tarantella” di M. Mangani con l’Orchestra A. Vivaldi della Val Camonica e viene invitato ad eseguire il Concerto per Clarinetto di Mozart KV 622 con l’Orchestra Sinfonica del Lario, nel 2017 ha tenuto recital nella Sala dei Giganti al Liviano a Padova e presso il Padiglione Unicredit in Piazza Gae Aulenti a Milano. Collabora con compagini orchestrali sinfoniche e a fiati quali la Civica Filarmonica di Lugano (M. Franco Cesarini), l’Orchestra Poseidon e l’Orchestra Pizzetti ed è
risultato idoneo a partecipare alle produzioni dell’Orchestra Giovanile Italiana con sede a Fiesole (FI) con la quale ha coadiuvato il corso di Direzione del M. Daniele Gatti presso l’Accademia Chigiana di Siena. Fa parte inoltre del quartetto “Eurythmia” con il quale ha eseguito il “Quatuor pour la fin du temps” di O. Messiaen. È risultato finalista alle selezioni dell’European Union Youth Orchestra (EUYO) per due anni consecutivi (2017-2018) ed è allievo effettivo del “corso di perfezionamento per Professori d’Orchestra” presso l’Accademia del Teatro alla Scala di Milano dove ha la possibilità di collaborare con direttori quali Michele Bossaglia, Kristian Jarvi, Adam Fisher, Peter Rundel, Theodor Guschulbauer, David Coleman e Michele Mariotti. Suona
stabilmente in duo con il pianista gallaratese Lorenzo Bovitutti.

Fondazione Italia Patria della Bellezza nasce con l’obiettivo di posizionare l’Italia nel mondo  attraverso la definizione e la comunicazione della sua Identità Competitiva, rappresentata da quella caratteristica unica e posizionante che è la Bellezza. La missione della Fondazione è valorizzare tale Bellezza, nella sua accezione più ampia, trasformando il suo straordinario potenziale in una risorsa strategica di sviluppo economico e sociale.
| Leggi tutti gli articoli |