Quello che ci manca… Gesti Essenziali

Anche questo mese ci è stato chiesto di scrivere sul magazine di Cosmetica Italia, Accademia 33. Questo numero ci ha permesso di riflettere su quello che oggi davvero ci manca e abbiamo così avuto modo di riscoprire la nostra Essenza…

Tra le categorie professionali delle quali si sente di più la mancanza in questo momento, c’è quella degli estetisti professionisti e dei parrucchieri…ed è facile intuirne il motivo: non sono in molti ad essere davvero capaci di farsi un bel taglio da soli, anche il Presidente Mattarella, qualche tempo fa, lo ha segnalato pettinandosi per la diretta.

Ma quanta e quale altra Bellezza italiana ci manca?

Ci manca incontrarci con le persone che ci sono care, familiari, ma anche amici, ma anche persone in generale, perché siamo un popolo conviviale, che ama la compagnia, riunirsi a tavola, vivere e rispettare le tradizioni famigliari di incontro che sono nella nostra cultura da sempre.
Ci manca bere un caffè e scambiare una battuta con il cordiale barista che sopporta e decodifica la nostra richiesta di orzo schiumato in tazza grande e le mille altre varianti che abbiamo solo in Italia.
Ci manca stringere una mano, un gesto di cordialità che tutti conosciamo e dal quale valutiamo anche il carattere di una persona.
Ci manca gesticolare senza dover tenere in mano il telefono per la videochiamata.
Ci mancano le nostre piazze, le bellezze sotto le quali siamo soliti ritrovarci perché abbiamo la fortuna di vivere in un Paese in cui ogni monumento meraviglioso è anche luogo di incontro.
Scopriamo così, che le categorie che più ci mancano sono quelle che sono più proprie della nostra essenza…
Ci riprenderemo tutta questa bellezza perché quello che è essenza, non si può perdere…

Qui trovate la rivista integrale che potete sfogliare da casa.